Il rientro per la giovane stella dei Mavs, previsto per la sfida di domani sera contro i Clippers, sembra dover slittare. Per i Texani la situazione si fa sempre più preoccupante.

FOTO: NBA.com

Dopo i pessimi aggiornamenti in arrivo da Denver sul fronte Michael Porter Jr., ecco che arriva un duro colpo anche per un’altra giovane stella della lega che, qualche tempo fa, si era infortunata così al termine di una partita, proprio contro i Nuggets.

Luka Doncic è rimasto assente per tutto il corso delle ultime tre partite giocate dai Dallas Mavericks, tutte e tre terminate con una sconfitta. In questo momento, se appariva anche solo un bagliore, una scintilla che riaccendesse l’animo dei Texani, quella era la speranza di poter riabbracciare lo sloveno entro l’ultimo incontro del road trip di squadra attualmente in corso, prevista contro i Los Angeles Clippers.

Sembrava procedere tutto secondo i piani nel processo di riabilitazione dall’infortunio che ha colpito caviglia e ginocchio sinistro di Doncic: riscaldamento nelle ultime due partite, riposo, scrimmage e pick-up games con compagni e assistant coach, fino ad arrivare all’ultima sessione di allenamento delle ultime ore aperta ai reporter, in cui Luka avrebbe dovuto partecipare anche ad un normale 5-contro-5. Ma qualcosa è andato storto.

In base a quanto scritto da Callie Caplan su Dallas Morning News, lo sloveno si è allontanato dal campo di allenamento all’improvviso per poi sedersi sulle tribune, stringendosi il ginocchio, senza che nessuno vedesse cosa fosse successo prima.

Dopo essere stato avvicinato da Boban Marjanovic e Casey Smith, director of player health and performance, Luka è stato fasciato all’altezza del ginocchio con bende e ghiaccio. I Dallas Mavericks hanno comunicato qualche ora fa che lo status del giocatore è “questionable” in previsione della gara contro i Clippers.

Piove, anzi, diluvia sul bagnato del parquet del Terasaki Budokan court di Los Angeles, dal quale sono arrivate solo brutte notizie per i Mavs e Doncic.