FOTO: Ahn Fire Digital

Stando a quanto riportato ieri da Marc Stein, Myles Turner (Indiana Pacers) e Jordan Clarkson (Utah Jazz) avrebbero respinto le offerte delle rispettive franchigie per quanto riguarda l’estensione. Entrambi potrebbero ritrovarsi free agent al termine della prossima stagione, con il primo titolare di un expiring contract dall’impatto salariale di $18 milioni, il secondo con un anno di contratto a $13.3 milioni e una player option per il 2023/24.

Andiamo a dare un’occhiata alla situazione dei due:

  • Myles Turner

Myles Turner è stato inserito ripetutamente nei trade rumors, non ultimi quelli estivi per un possibile scambio con i Lakers. Stando a Bleacher Report, la dirigenza sarebbe interessata a proseguire i rapporti, avendo anche molto spazio salariale a disposizione, ma dalla parte del giocatore probabilmente non vi è lo stesso riscontro.


L’opzione giallo-viola piace certamente al giocatore, almeno stando alle sue dichiarazioni di qualche tempo fa, ma con il passare del tempo si fa sempre meno probabile. Con i Pacers che avanzano, il valore di mercato di Turner si alza, e anche Buddy Hield al momento potrebbe non valere meno di una prima, anzi. Per Russell Westbrook, invece, il valore rimane invariato, nonostante si stiano cercando di far passare i numeri dalla panchina come un upgrade, e nessun discorso per la sua cessione inizia senza includere una delle prime scelte in mano a Rob Pelinka come appendice. E questo è un problema, dato che di recente la dirigenza Lakers sembrerebbe indirizzata a conservare i Draft asset futuri, se non per rivoluzionare il roster in maniera significativa.

Qualora Myles Turner decidesse di partire, comunque, tra le squadre interessate ci sarebbero anche quelle citate QUI.

  • Jordan Clarkson

Il giocatore è all’interno dei trade rumors già da tempo. Non ci sono indizi riguardo alla sua volontà di accettare, o meno, la player option per la prossima stagione, qualora un accordo non venisse raggiunto, ma ci sono invece indiscrezioni sulla volontà dei Jazz e del giocatore per quel che concerne l’estensione.

A differenza dei dubbi su Turner, qui l’interesse a risolvere la questione è comune, stando a Tony Jones di The Athletic, e il tempo per decidere non manca.

“I Jazz e Jordan Clarkson sono entrati in trattativa per un’estensione. Nessun accordo è stato raggiunto, ma c’è un interesse reciproco nel proseguire insieme. Le due parti avranno tempo fino ad aprile per raggiungere un accordo e, qualora non ci riuscissero, Clarkson avrà la possibilità di accettare la propria player option o diventare unrestricted free agent. In quest’ultimo caso, i Jazz avranno ancora i Bird Rights.”

La chiave, stando alle fonti, sarebbe l’interesse delle due parti a proseguire con le trattative. I Jazz vedono Clarkson come un giocatore che sta giocando ad alto livello e che può ancora crescere in un contesto di rebuilding, vista l’età. I Jazz sono limitati dalle regole NBA per quel che riguarda l’offerte, ma le negoziazioni in questa fase sono di routine.”

– Tony Jones, The Athletic