FOTO: Air Alamo

Questo contenuto è tratto da un articolo di Cal Durrett per Air Alamo, tradotto in italiano da Marco Barone per Around the Game.


Le cose di recente non vanno male per i fan dei San Antonio Spurs, considerando il premio di Rookie of the Year vinto da Victor Wembanyama e l’arrivo di quest’ultimo appena dopo Rudy Gobert nei voti come Defensive Player of the Year. Sebbene le aspettative, grazie al prodigio francese, si presentino rosee per il futuro, un ennesimo tassello nella costruzione del nucleo a lungo termine verrà aggiunto oggi, dal momento che il 12 maggio è giorno di Draft Lottery. Gli Spurs hanno al momento la quinta migliore probabilità (10.5%) di ottenere la prima scelta assoluta al prossimo NBA Draft e il 31.6% di pescare in top-3. Inoltre, potrebbero arrivare a una ulteriore scelta in lottery grazie allo scambio che ha mandato Jakob Poeltl ai Toronto Raptors in cambio di una first-round pick protetta top-6 2024 o 2025. San Antonio ha il 54% di possibilità di ottenere questa pick al primo giro, condizione che si verificherebbe qualora questa dovesse cadere alla settima, ottava o nona posizione in base all’ordine del Draft. Di conseguenza, come è ovvio, c’è però un 46% di chance che la scelta dei Raptors non venga ottenuta quest’anno. Per quanto questo possa creare delusione per i texani, potrebbe comunque essere un bene per la squadra. Il Draft 2024 è stato criticato per essere uno dei peggiori degli ultimi anni, forse di sempre, perciò potrebbe non essere l’anno migliore per avere ben 2 scelte in top-10.


Se la scelta dei Raptors non dovesse arrivare quest’anno, i San Antonio Spurs avrebbero comunque la possibilità di ottenerla nella prossima stagione, sempre con una protezione in top-6. Considerando che i Raptors sono a malapena riusciti a mantenere questa pick lontana dai texani, potrebbero non essere altrettanto fortunati nella prossima stagione. Potrebbero migliorare con l’aggiunta proprio di una scelta alta in lottery a un young core composta da nomi del calibro di RJ Barrett, Immanuel Quickley e l’All-Star Scottie Barnes. Infine, anche se non dovessero migliorare troppo nella prossima stagione, alcune squadre potrebbero decidere di tankare (perdere apposta) per Cooper Flagg, favorito alla prima scelta assoluta del Draft 2025 e talento cristallino. Questo aumenterebbe le possibilità degli Spurs di ottenere la loro pick. E non solo, bisogna anche considerare che la 7° scelta nel prossimo Draft potrebbe rivelarsi, per fare un esempio, peggiore della 10° nel prossimo, perciò San Antonio potrebbe addirittura guadagnarci qualora la scelta restasse in Canada quest’anno. In ogni caso, anche se non sembrano esserci stelle affidabili fra i prossimi prospetti, i San Antonio Spurs hanno alle spalle una lunga storia di gemme scovate nel fango, perciò potrebbero essere capaci di trarre il meglio anche da una Draft class non proprio entusiasmante.