Tra gli affari della prima notte di free agency, prendiamo posto al tavolo del giudizio con una delle squadre più attese e senz’altro la più attiva delle ultime ore: i Los Angeles Lakers.

Rob Pelinka e soci hanno messo a segno quattro colpi, firmando con la non-taxpayer mid level exception l’ex Miami Heat Gabe Vincent, scartando i regali Taurean Prince e Cam Reddish, e riportando a casa Rui Hachimura che ha fatto tanto bene nell’ultima Playoffs run. Coke valutare queste mosse dei giallo-viola? Ecco i nostri commenti “a caldo”, aspettando le prossime notizie in arrivo da Los Angeles, la cui priorità ora sarà la ri-firma di Austin Reaves.


  • Gabe Vincent

Genny: esce da una run Playoffs a livello di scoring e percentuali di altissimo livello; l’importante sarà ripetersi, se non agli stessi livelli, a cifre sostenibili in un attacco, in cui avrà meno responsabilità ma che dovrà sfruttare al massimo dato il suo scarso rendimento difensivo. Los Angeles si mantiene (se non migliora) allo stesso livello lasciato da Russell, con un giocatore che ormai è d’esperienza e fitta benissimo con le due stelle. Ottima presa.

Nadir: Buona firma, ed più sostituto di Schroeder che di Russell, e così è un gran upgrade. Difensivamente un pò piccolo, ma può dire il suo in difesa point-of-attack. Dopo la buona run Playoffs con gli Heat, per la sola MLE ai Lakers va più che bene.

  • Taurean Prince e Cam Reddish

Genny: due firme similari, servono a dare size e allungare la rotazione soprattutto in vista della Regular Season. Prince è una buonissima firma, 3&D ancora affidabile che esce da una buonissima stagione a Minnesota: ottima presa a quel prezzo. Reddish è una scommessa: minimo salariale per un giocatore anonimo negli ultimi anni, che dovrà portare tanto il suo apporto difensivo (affidabile per la taglia di cui gode), rispetto a una dimensione offensiva che dovrà essere limitata al tiro (da recuperare).

Nadir: Sono d’accordo. Prince è un affidabilissimo difensore e, anche se un pò limitato offensivamente, sa mettere palla a terra e allarga il campo; strano Minnesota lo abbia lasciato andare così facilmente. Reddish è chiaramente una scomessa, ma a quel prezzo dovevi prenderla, provando a dargli un ruolo che limiti i suoi difetti offensivi. Prese super approvate.

  • Rui Hachimura

Genny: una rifirma quasi obbligata, ma a quel prezzo? Del suo ottimo fit ai Lakers sappiamo già tutto, è un giocatore che se continua a tirare in quel modo è un “cheat code”, ma sicuri che potrà mantenere quel livello offensivo? Forse è un rischio elevato, ma che ha senso prendersi.

Nadir: Dovevi rifirmarlo e il prezzo è giusto, in linea con quanto ci si aspettava. Ha fatto molto bene nei Playoffs ed era giusto confermarlo, dopo averlo preso alla trade deadline. Sarà molto importante.