Questo contenuto è tratto da un articolo di Orlando Silva per Fadeaway World, tradotto in italiano da Marco Barone per Around the Game.


I Chicago Bulls hanno concluso una deludente stagione, iniziata con la speranza di migliorare le loro prestazioni rispetto all’anno precedente e conclusa addirittura fuori dalla griglia Playoffs. Anche per questo, l’estate in arrivo potrebbe essere un punto di svolta per la franchigia e il nucleo di giocatori costituito nel 2021; e tra i possibili nomi in uscita, non manca la stella della squadra, Zach LaVine.


Secondo Jake Fischer (Yahoo Sports), “gli executive NBA in questo momento stanno tenendo d’occhio le mosse di Portland e di Damian Lillard, ma negli ultimi giorni mi è stato riferito che il front office dei Bulls abbia iniziato a contattare squadre in giro per la lega, tastando l’interesse nei confronti di Zach LaVine. Resta da vedere, a questo punto, se Chicago abbia effettivamente l’intenzione di separarsi dal giocatore, ed eventualmente se c’è una squadra disposta ad offrire quanto si aspettano.”

LaVine, 28 anni, ha ancora diverse stagioni sul suo contratto e l’interesse per lui non dovrebbe mancare sul mercato. Una sua eventuale partenza da Chicago segnerebbe la conclusione di un ciclo che ha riservato ben poche soddisfazioni alla franchigia, soprattutto se oltre al suo addio lasciassero lo spogliatoio anche Nikola Vucevic (free agent) e DeMar DeRozan (in scadenza).

Come confermato recentemente dall’insider del Chicago Tribune, K.C. Johnson, “ci si aspetta che i Bulls hanno chiuso con questo nucleo”, e che “LaVine lasci Chicago prima della fine del suo contratto”. E dunque, domanda successiva: possibile destinazione?

Sempre secondo Johnson, una squadra da tenere d’occhio sono proprio i Portland Trail Blazers di Damian Lillard, mentre Zach Buckley (Bleacher Report) ha menzionato i Miami Heat e i Los Angeles Lakers. Un’estate rovente è appena iniziata nella Windy City.