FOTO: NBA.com

I Chicago Bulls secondo le ultime indiscrezioni sarebbero piuttosto attivi sul mercato. Visto l’entusiasmante inizio di stagione, che li vede primeggiare nella Eastern Conference, la dirigenza potrebbe spingere ulteriormente il piede sull’acceleratore e regalare a coach Billy Donovan un giocatore che possa aiutare la squadra nella prossima Playoffs run.

Dopo l’infortunio ad inizio stagione di Patrick Williams, che dovrebbe aver già concluso la sua annata, la squadra dell’Illinois ha perso l’unico giocatore a roster in grado di difendere con buoni risultati sui 3/4 avversari. Lonzo Ball e Alex Caruso sono due ottimi difensori, ma per stazza e lunghezza non possono difendere su ali come Kevin Durant e Giannis Antetokounmpo, possibili avversari ai Playoffs. L’identikit tracciato dallo staff tecnico è chiaro, e i primi nomi accostati ai Bulls non a caso sono Jerami Grant ed Harrison Barnes.

Una decina di giorni fa si speculava sul fatto che i Bulls potessero includere proprio Patrick Williams in una trade per arrivare ad uno dei giocatori sopracitati; secondo le ultime indiscrezioni raccolte da Michael Scotto (HoopsHype), però, Chicago non parrebbe intenzionata a privarsene.

Sembrerebbe invece più incline a scambiare Coby White.

“Chicago è aperta all’idea di migliorare il proprio roster, ma non vuole privarsi di Patrick Williams. Al contrario, sono disposti a scambiare Coby White per arrivare al giocatore che più gli serve, stando a quanto dicono diversi dirigenti di altre squadre.”

– Michael Scotto

La giovane point guard quest’anno ha perso i gradi di titolare acquisiti lo scorso anno, facendo spazio a Lonzo Ball, il cui fit (offensivo e difensivo) con due giocatori come DeRozan e LaVine è decisamente migliore. Nonostante il discreto apporto offensivo che sta dando dalla panchina, il giocatore non è visto come indispensabile all’interno della squadra. Inoltre, con il suo rookie contract in scadenza a luglio 2023, la prossima estate sarà complicato offrire al ragazzo l’estensione contrattuale che si aspetterebbe, vista la situazione salariale dei Bulls.

Da quando Arturas Karnisovas ha assunto la guida del front office due anni fa, ha dimostrato di non aver timore a prendere decisioni coraggiose per migliorare la squadra. In meno di due stagioni ha completamente rivoluzionato il roster e lo ha reso estremamente competitivo.

La prossima mossa potrebbe essere dietro l’angolo. Quattro settimane alla trade deadline.