Questo contenuto è tratto da un articolo di Lee Tran per Fadeaway World, tradotto in italiano da Alessio Porcu per Around the Game.


I Chicago Bulls sono stati eliminati al primo turno dei Playoffs. Dopo aver avuto un inizio di Regular Season promettente, col passare dei mesi sono scivolati in classifica (anche a causa di qualche infortunio) fino al sesto posto ed è diventato chiaro che non avrebbero potuto fare strada in post-season.

Non c’è alcun dubbio sul fatto che il punto debole della squadra sia la difesa (23esimi nella lega per Defensive Rating), e questo lato negativo è diventato ancora più evidente con l’assenza di un ottimo difensore come Lonzo Ball. In offseason, secondo diversi insider, sembra che i Bulls cercheranno di migliorare il roster con un’aggiunta che possa garantire solidità in questa metà campo; e secondo Kevin O’Connor (The Ringer) la ricerca sarà incentrata su un nuovo centro, che possa garantire una più consistente protezione del ferro, dopo aver concesso quasi il 72% di RIM FG% agli avversari (28esimi in NBA) in stagione.

Rudy Gobert degli Utah Jazz (su cui la concorrenza non manca) e Mitchell Robinson dei New York Knicks sono i due giocatori per cui i Bulls avrebbero dimostrato interesse nelle ultime settimane.

La prima scelta dovrebbe essere Gobert”, ha detto O’Connor. “Ma il tre volte Difensore dell’Anno guadagnerà oltre 40 milioni di dollari nelle prossime quattro stagioni e, nonostante le sue qualità difensive, c’è un certo scetticismo sul suo conto. Molti dirigenti NBA credono che dare così tanti soldi ad un difensore che non ha alcuna capacità di creazione in fase offensiva sia molto limitante. Gobert viene pagato come una vera superstar ma, nonostante sia un difensore formidabile, non potrà mai avere l’impatto di altre stelle. Diverse fonti hanno suggerito che i Bulls sono una delle squadre interessate a Gobert, ma non è l’unico centro per cui hanno dimostrato interesse: i loro occhi sono puntati anche sul mercato dei free agent e, in particolare, su Mitchell Robinson.

Non c’è dubbio sul fatto che Gobert e Robinson potrebbero fornire un difesa del pitturato e un atletismo sotto ai tabelloni che non appartengono a Nikola Vucevic, il quale ha avuto un anno abbastanza opaco offensivamente e che non è mai stato un buon difensore. Forse un centro difensivamente più solido potrebbe aiutare a migliorare il roster nel suo insieme, anche se lo spacing garantito da Vucevic – nonostante il crollo delle sue percentuali nel 2022 – è prezioso per l’attacco di DeMar DeRozan e compagni.

Come potrebbe funzionare l’eventuale scambio tra Jazz e Bulls? “Un trade package composto da Nikola Vucevic, Patrick Williams e Javonte Green potrebbe convincere il front office di Utah”, ha riportato NBC Sports Chicago.

Mitchell Robinson potrebbe essere il Piano B.