Tra i free agents ancora disponibili sul mercato, Carmelo Anthony è uno di quelli – un po’ perché si parla di Melo, un po’ per i nomi delle squadre interessate – più chiacchierati degli ultimi giorni.

Secondo quanto riportato di recente da Evan Massey (ESPN), infatti, nelle ultime settimane sono avvenute delle “produttive discussioni” tra il giocatore e i Los Angeles Lakers, che sembrano intenzionati ad avere nuovamente il veterano in squadra dopo l’esperienza in giallo-viola della passata stagione. “In ogni caso, ci sono ancora un altro paio di squadre in corsa per Anthony”, sempre stando ad Evan Massey.

Negli ultimi giorni da alcune fonti di Heavy.com sono emerse suggestioni riguardanti i Brooklyn Nets, specialmente in caso Durant e Irving rimanessero, o i Golden State Warriors, anche se in quest’ultimo caso si parla di poco più di una deduzione.

Secondo diversi insider, e come confermato dai bookmakers di Las Vegas, la possibile alternativa più gettonata al momento sono però i New York Knicks, in quello che per Melo sarebbe un romantico ritorno al Madison Square Garden, dopo le 7 stagioni trascorse nella Grande Mela dal 2011 al 2017.

Prima di decidere, però, sembra che Anthony voglia farsi un’idea più chiara dei roster in cui si inserirebbe. Attualmente il 38enne è in “wait-and-see mode”, in attesa di eventuali sviluppi di mercato prima di prendere una decisione definitiva. Se i Knicks decidessero di investire gli asset richiesti dai Jazz per portare Donovan Mitchell a New York, e dunque per provare a rilanciare la squadra ai vertici della Eastern Conference nelle prossime stagioni, probabilmente il ritorno a casa diventerebbe l’opzione più gradita al giocatore.

A 38 anni, ci si aspetta che la prossima sarà l’ultima stagione in NBA di Carmelo Anthony. Quale miglior sfondo per il ritiro, se non il Madison Square Garden?