Dopo lo scambio fra Toronto Raptors e San Antonio Spurs, il buyout immediato da parte dei texani e tante voci sulle contendenti, Goran Dragic ha finalmente trovato casa.

A firmarlo sono (un po’ a sorpresa, viste tutte le altre squadre in corsa) i Brooklyn Nets, rinnovati completamente dopo l’addio di James Harden ma che, per il momento, non sembrano aver perso troppo terreno rispetto alle altre contender, aggiungendo un altro profilo molto interessante ad un roster già abbastanza profondo.

A proposito di roster, per assorbire Goran Dragic ci sarà bisogno di tagliare uno dei 15 contratti garantiti figuranti nella salary cap table, ricordando che DeAndre’ Bembry è già stato “fatto fuori” come effetto collaterale della trade Simmons-Harden. Tra i candidati James Johnson e Jevon Carter, con quest’ultimo favorito vista la posizione. Dragic si riunirà con coach Steve Nash, con il quale ha un passato ai Suns come compagno di squadra.