La Draft night non è stata solo un accumularsi di scelte (le trovate tutte QUI), ma anche di trade importanti e… rumors! Come quelli che hanno coinvolto Brook Lopez, che sarà free agent in offseason.

I Milwaukee Bucks hanno tutto ciò che serve per ri-firmarlo a ottime cifre, cioè i Bird rights, che potrebbero aggirarsi attorno ai $20 milioni annui, magari per tre anni, trattandosi di un 35enne, per quanto ancora in gran forma. Nonostante questo, la situazione in Wisconsin non è semplicissima.

I Bucks sono reduci da un’uscita fallimentare al primo turno, dopo aver costruito un core estremamente costoso e profondo. Le sicurezze sono così andate scemando, portando al licenziamento di Mike Budenholzer, usato come capro espiatorio, e a diversi interrogativi da risolvere, a partire dalle ri-firme.


Khris Middleton ha rifiutato un’opzione da $40.4 milioni (i dettagli QUI) e, per quanto il senso generale sembri essere quello di una ri-firma a sconto, il giocatore sarà free agent esattamente come Brook Lopez. Sul quale, adesso, sembrerebbe esserci però i Houston Rockets, stando a Adrian Wojnarowski di ESPN, definiti “una vera minaccia” nella corsa al giocatore.

I Texani avranno uno spazio salariale infinito e, dopo aver assunto Ime Udoka, anche un core giovanissimo e molto promettente, con tanti asset utilizzabili in eventuali trade. Per queste ragioni, sono stati accostati a nomi di alto calibro, in primis a James Harden (con tutti i dettagli QUI), ma anche a profili come Kyrie Irving, Jaylen Brown e adesso Brook Lopez.

Tutte piste che probabilmente non porteranno a nulla, trattandosi di un contesto ancora poco competitivo, ma che lasciano trasparire le intenzioni di Tilman Fertitta e tutto il front office: arrivare a una stella, o comunque a un giocatore di alto profilo, prima o dopo. Magari non sarà Brook Lopez, per questioni di età e ambizioni del giocatore, ma attenzione all’offseason a Houston.