L’ex-76ers potrebbe rientrare al primo turno di Playoffs, qualora i Nets battessero i Cavs al Play-In.

FOTO: NETSDAILY.com

Nella notte tra martedì e mercoledì i Brooklyn Nets giocheranno la gara di Play-In contro i Cleveland Cavaliers, cercando di confermare la settima posizione e, di conseguenza, i Playoffs. Ma non è tutto. Superando questa fase, infatti, la squadra allenata da coach Steve Nash potrebbe vantare un’aggiunta non da poco: Ben Simmons.

L’ex-76ers non ha ancora messo piede in campo con la nuova maglia dopo la trade-Harden, a causa di una dolorosa infiammazione vertebrale che lo ha costretto ad un’epidurale (i dettagli QUI). Nonostante le numerose voci discordanti, emerse di recente dopo la notizia dell’estromissione del giocatore dalla rosa del Play-In, l’opinione comune è rimasta la stessa: in caso di conferme da parte dei medici, i Nets non avrebbero esitato a schierare l’australiano ai Playoffs.

Ed effettivamente, stando alle ultime voci, così sarà:

Stando a quanto riportato da Adrian Wojnarowski di ESPN, Ben Simmons potrebbe debuttare anche qualora si trattasse di un minutaggio ridotto, compreso fra i 10 e i 15 minuti. Ovviamente, il tutto va preso con le pinze, e anche coach Steve Nash ha preferito non sbilanciarsi troppo.

Anzi, secondo le parole dell’allenatore, Simmons non avrebbe nemmeno iniziato i lavori di corsa a pieno ritmo, non lasciando alcun tipo di margine per stabilire una timetable per il rientro.

Il fatto che se ne parli, in ogni caso, è già un buon indicatore per i Brooklyn Nets. Le ultime notizie trapelate da New York Post avevano un tono ben più pessimista di quanto gli aggiornamenti rivelino, tanto che si parlava di “tempo allo scadere” per l’eventuale rientro. Se la parola d’ordine predominante era “pazienza”, piuttosto vago in ottica temporale, adesso traspaiono indicazioni per una data precisa e un potenziale contesto per il rientro.

Qualora i Nets riuscissero a superare il Play-In, che sia alle prima gara o all’eventuale seconda, ci sarà da mantenere alta l’attenzione dalla cima della Eastern Conference. Sia perché i Brooklyn Nets di Kyrie Irving e Kevin Durant avranno molto più da offrire rispetto a quanto visto in Regular Season, sia perché Ben Simmons potrebbe rivelarsi un key factor difensivo non da poco. Tiro, o non tiro.