FOTO: NBC Sports

Alla fine, per gli Atlanta Hawks si è manifestato il peggio: Dejounte Murray salterà Gara 5, sospeso senza paga dopo il contatto con un ufficiale di gara, come sancito nel comunicato rilasciato dalla NBA.

Per chi se lo fosse perso, i timori erano già forti, dal momento che il regolamento parla abbastanza chiaro a riguardo:

Qualsiasi giocatore o allenatore colpevole di stabilire un contatto fisico intenzionale con un ufficiale di gara sarà automaticamente sospeso senza paga per una partita. Una multa e/o una sospensione più lunga verrà stabilita in base alle circostanze.


E Dejounte Murray ha soddisfatto i requisiti, avvicinandosi così all’arbitro Gediminas Petraitis:

Un enorme vantaggio, dunque, per i Boston Celtics, che potranno capitalizzare in casa il già abbondante vantaggio di 3 a 1 nella serie, cercando di avviarsi subito verso il secondo turno contro i Philadelphia 76ers.

Per gli Hawks, invece, un vero e proprio dramma, essendovi il rischio che quella di Dejounte Murray sia l’ultima gara stagionale con la maglia di Atlanta, dopo che in estate era stato pagato un prezzo salato per le sue prestazioni, costituito di tre prime al primo giro non protette. Stagione caotica e chiusura degna di questo aggettivo, con tanti problemi in spogliatoio, il cambio di allenatore e adesso questo. Non il migliore dei punti da cui ripartire per Quin Snyder.