FOTO: ESPN

I Memphis Grizzlies non sono stati particolarmente fortunati nel 2022, dovendo affrontare diversi periodi senza i loro migliori giocatori a causa di diversi infortuni. Attualmente, ad esempio, Bane è fuori da più di un mese e mancano ancora diverse settimane al suo ritorno. Eppure, anche quest’anno i Grizzlies stanno mantenendo un impressionante ruolino di marcia, con 19 vittorie ottenute nelle prime 28 partite.

La squadra di coach Jenkins è attualmente una delle tre (insieme a Pelicans e Celtics) in top-10 sia per efficienza difensiva che offensiva. E in quest’ultima, neanche a dirlo, la prima opzione è Ja Morant, la cui principale arma sono le penetrazioni al ferro, dove arrivano il 42% delle sue conclusioni.

Segnando quasi 15 punti a partita nel pitturato, Ja è l’unica guardia insieme a Shai Gilgeous-Alexander con una produzione dentro l’area comparabile a quella dei migliori big men dell’NBA. Un dato che, in qualche modo, non ci dovrebbe più sorprendere, considerando che Morant ha concluso la stagione 2021/22 da leader alla voce points in the paint/game, davanti a Jokic e Giannis. La prima guardia a riuscirci in più di 25 anni.


In una recente intervista con Tim MacMahon (ESPN) si è discusso proprio di questo, e il commento di Morant è stato chiaro e conciso:

“Perché i (motherfuckers) non possono starmi di fronte.”

Il suo compagno Desmond Bane, invece, l’ha posta così:

“La gente guarda tutte le sue giocate atletiche più spettacolari, ma quelle succedono una volta a partita, o una volta ogni due partite. Il punto è che certe sere finisce con 26 punti e 20 di questi sono nel pitturato, quindi da qualche parte dovranno pur arrivare gli altri 18…”

Se volete andare più in profondità sulle cifre di Morant in penetrazione, in questo episodio di FUN STAT potreste trovare qualcosa che non vi aspettate.