Si è parlato molto nelle ultime ore del futuro (in bilico) di Joel Embiid, che secondo diversi insider – come abbiamo raccontato qui – potrebbe lasciare i Philadelphia 76ers nel caso in cui la rottura con Harden portasse a un ridimensionamento delle ambizioni della squadra.

E così, prima ancora che la situazione diventi concreta, ovvero prima che l’MVP chieda effettivamente a Daryl Morey di essere ceduto, le speculazioni sulla possibile corsa di mercato per il centro camerunense sono già iniziate. Con due squadre in prima fila, Miami e New York , e una possibile outsider, Houston.

Come riferito da Marc Stein nell’ultimo invio della sua newsletter, i rapporti personali di Embiid con alcuni membri di Heat e Knicks – rispettivamente Jimmy Butler e Leon Rose – sono dei buoni motivi per supporre le preferenze del giocatore e dunque il testa-a-testa di mercato che sarebbe riservato esclusivamente a queste due franchigie. Ed è notizia di oggi, sempre stando a quanto riportato dall’insider Stein, che il front office dei New York Knicks avrebbe già iniziato il pressing per l’MVP, con Leon Rose (President of Basketball Operations) e William Wesley (Vice President) che avrebbero preso parte… al matrimonio di Joel, che ha avuto luogo circa un mese fa.


“Sia Leon Rose che William Wesley erano presenti al matrimonio di Embiid. Se è vero che entrambi hanno rappresentato Joel in passato come suoi agenti, mi è stato riferito che la loro presenza era significativa in ottica mercato.”

– Marc Stein